Una volta un uomo si sognò che per prendere un tesoro, che è al Colle delle Sette Celle era d’uopo (“ce servive”) un ragazzo di sette anni, una testa di morto, sette palle di sego, due candele, e un altro ragazzo che portasse il catino dell’acqua santa, ed altri due o tre uomini che portassero tuttas l’altra roba. Posero al testa di morto sull’estremità di una mazza; di là e di qua due persone con quelle due candele accese; appreso i due ragazzi uno col catino dell’acqua santa e l’altro con le palle di sego, e si misero in cammino. Quando furono al “mondezzaio”, poco fuori dal paese, quella testa gettò un grido, ma più forte assai e un’altra voce venne dal Colle delle Sette Celle. Arrivati al luogo designato, trovarono una porta, e dentro, una gradinata che andava giù giù, tutta illuminata. Cominciarono a scendere. Quello del sogno rinnovava le esortazioni ai compagni” A momento vedrete soldati, serpenti e draghi; ma non abbiate paura di niente”. Presero il ragazzo di sette anni e lo fecero andare avanti. Poi,il ragazzo con le palle di sego e poi il ragazzo con l’acqua santa. La testa di morto e le candele le avevano posato a capo della sala. Ecco che cominciarono ad uscire tanti soldati, anche di cavalleria, con le sciabole sfoderate, che ti volevano uccidere, e i serpenti che si avventavano ai ragazzi per mangiarseli. Ma, visto che non si impaurivano, scomparvero. Dopo di questo uscì un serpentone grosso, grosso, con la bocca aperta…..ed era il Demonio, che voleva l’anima. Cominciò a girare intorno al ragazzo di sette anni; ma come stava per finire un giro, l’altro ragazzo con le sette palle gliene buttava un in canna. E fece sei giri. All’ultimo giro il ragazzo delle sette palle non fece in tempo a buttargli in gola l’ultima. Il ragazzo di sette anni a vedere serpentone andargli sopra con tanto di bocca aperta per inghiottirselo, gridò:”Madonna”!!..A questo punto, i ragazzi si ritrovarono uno a letto, un altro al paese, svenuto, e gli uomini chi alla macella, che a pizzalto e chi dentro i boschi.

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo