CON IL PATROCINIO DEI COMUNI DI PESCOCOSTANZO RIVISONDOLI E ROCCARASO il giorno 16.7.2020 all'Auditorium di San Nicola in Pescocostanzo è stata inaugurata dal Sindaco di Pescocostanzo, avv. Roberto Sciullo, dal Prof. Francesco Sabatini, nostro illustre concittadino e Presidente emerito dell'Accademia della Crusca, e dalla Preside dell'Istituto Omnicomprensivo “De Panfilis-Di Rocco”, prof.ssa Cinzia D'Altorio, alla presenza degli altri ospiti intervenuti: LA MOSTRA ITINERANTE VIRTUALE “RAFFAELLO UNO DI NOI” ***Trattasi di un percorso espositivo originale, che coniuga una parte multimediale, immagini raccolte in video, e una prettamente espositiva, con lo scopo di celebrare e ricordare con la Comunità territoriale Raffaello Sanzio, di cui quest'anno ricorrono i 500 anni della morte. il “Divin Pittore”, grande interprete del Rinascimento, un talento straordinario e un’astuzia fuori dal comune che fecero di lui uno dei più acclamati pittori della storia dell’arte. Nato ad Urbino una delle corti più raffinate dell’Italia rinascimentale, la città ideale, cresciuto tra Firenze e Perugia, a contatto con Leonardo e Michelangelo. La Preside dell’Istituto Omnicomprensivo “De Panfilis-Di Rocco” Prof.ssa Cinzia D’Altorio, nonché Preside del Liceo Scientifico di Castel di Sangro, ha voluto promuovere e realizzare questo progetto didattico che ha prodotto un nutrito e diversificato corpus di opere realizzate appunto dagli allievi e allieve dell’Omnicomprensivo, con interventi peraltro di studenti del Liceo Scientifico di Castel di Sangro e dell’Istituto Omnicomprensivo di Pescasseroli, nonchè dei docenti, dei genitori e degli appassionati a qualsiasi titolo. Con l'esposizione di parte di questi contributi interpretativi e con la proiezione del video realizzato, il prof. Francesco Sabatini, la prof.ssa Cinzia D'Altorio e il Sindaco di Pescocostanzo avv. Roberto Sciullo hanno "tagliato" il nastro di questa mostra, alla presenza di un folto pubblico e dei testimonial per Pescocostanzo: i pittori Roberto Di Jullo, Paolo Veneziani e Luigi Sette, nonchè degli altri ospiti invitati alla conferenza. La mostra interesserà i comuni di Pescocostanzo, Rivisondoli e Roccaraso dove si collocano i quattro plessi dell’Istituto. L'allestimento espositivo è stato curato dalla docente Carolina Trozzi, da Luigi Sette (coordinatore e moderatore anche dell'incontro) e dalla scenografa Valeria Romito. Oltre canadian online casino instant play a ricordare il grande artista Italiano conosciuto in tutto il mondo, il progetto è riuscito a realizzare un altro obiettivo non meno importante: tener impegnati gli studenti e tutti coloro che hanno preso parte all’iniziativa in un periodo difficile per tutti. Per altro vuol essere un input, una scossa per lasciarci definitivamente alle spalle la triste esperienza vissuta e per ripartire proprio nel segno dell’arte, dopo la situazione di emergenza causata da Covid 19 che ci ha catapultato improvvisamente nei mesi scorsi in un clima di paura e di incertezza. Le scuole del territorio forse vogliono dirci che per vivere in modo sereno la realtà che ci circonda, abbiamo bisogno vitale di nutrirci di bellezza come quella proposta dalle opere del genio del Rinascimento. Soddisfazione della Preside dell'Istituto, per la piena riuscita dell'iniziativa, che ha illustrato le varie fasi del progetto. Il Sindaco, nel suo intervento, oltre a complimentarsi con la dirigenza della scuola, con i docenti e ad apprezzare l'impegno degli allievi e allieve, ha voluto sottolineare l'importanza di riprendere il cammino con fiducia, di guardare avanti, collegando peraltro questo suo pensiero all'opera e alla vita di Raffaello. La conferenza ha previsto anche gli interventi dei pittori presenti (Di Jullo, sull'importanza dello studio della storia dell'arte nelle scuole, e di Veneziani che ha ricordato la tecnica pittorica di Raffaello) e della professorezza Di Janni insegnante di storia dell'arte al Liceo Scientifico di Castel di Sangro. Le conclusioni sono state affidate alla grande esperienza e conoscenza del professor Sabatini che nel suo intervento ha voluto sottolineare la validità della scelta fatta dalla dirigenza dell'Istituto d'impegnare i ragazzi e le ragazze, ma anche le famiglie, in un progetto artistico cui egli stesso ha preso parte, intervenendo con videoconferenze nei mesi di isolamento. L'uso delle mani, delle dita, disegnare, colorare, scrivere... i tasti della tastiera di un computer, di un telefonino sono altra cosa... Belle, toccanti le parole del Professore, a tratti quasi commosso quando ricordava la scuola davanti casa sua... Tutti i presenti uniti in un caloroso applauso che ha siglato la fine del suo discorso. Fuori un pomeriggio piovoso, ma all'interno dell'Auditorium un'atmosfera piacevole, argomenti interessanti. I prossimi incontri, sempre con la presenza di Francesco Sabatini e nuovi ospiti, il giorno 22 luglio, alle ore 17.00, al Centro culturale di Rivisondoli e, per concludere, poi il 29, stessa ora, a Roccaraso. **********(Foto pervenute - Testo L7)

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo