Un successo organizzativo l’evento promosso e felicemente portato a termine dal parroco di Pescocostanzo don Daniel Cardenas, rettore della Basilica di Santa Maria del Colle, nei giorni 27,28,29 settembre 2019. Mi riferisco alla visita della Madonna pellegrina di Fatima a Pescocostanzo. Si, la Madonna è venuta a trovarci (è il caso di dire) e ha raccolto intorno a sé nei tre giorni tanta gente, tanti “pellegrini” venuti da tutto il territorio circostante, ma anche tanti turisti. Un programma intenso e molto bene articolato. Il pomeriggio del 27, alle ore 18.00, il momento dell’accoglienza davanti la chiesa di Gesù e Maria: il Vescovo di Sulmona-Valva, il Presidente della Provincia e Sindaco di Castel di Sangro, il Sindaco di Pescocostanzo, il Sindaco di Roccaraso, il Sindaco di Rivisondoli, il Sindaco di Roccapia e rappresentanti di altri Comuni, il Capitano dei Carabinieri della Compagnia di Castel di Sangro, tanti Parroci dai comuni vicini, i rappresentanti della Confraternita di Santa Maria del Suffragio dei Morti, Don Daniel alla guida della Comunità accompagnato dai Diaconi di Pescocostanzo e Roccaraso, ragazzi e ragazze delle scuole, donne e uomini. Ma anche alcuni rappresentanti di ambasciate straniere in Italia. Davvero tanti ad aspettare l’arrivo della Madonna di Fatima e S. Em. Rev.ma il Cardinale Ernest Simoni, al seguito della Madonna con tutto il suo enturage. Un applauso scrosciante all’arrivo della statua, il cerimoniale ufficiale condotto dal nostro Parroco, il saluto emozionante di un nostro ragazzo e subito la processione per le strade del paese per poi raggiungere la Basilica gremita da una folla di fedeli. La messa del Cardinale, concelebrata dal Vescovo, una cerimonia solenne e partecipata. Poi, l’antica Collegiata rimasta aperta sino a mezzanotte per le visite alla Madonna dolcissima, in piedi su un cuscino di rose bianche. Il giorno successivo, sabato 28, al mattino in Basilica S. Rosario e Testimonianza mariana dell’Associazione Luce dell’Est europeo, quindi l’Angelus. Nel pomeriggio, intorno alle ore 17.00, la statua della Madonna raggiunge l’eremo di S. Michele Arcangelo (in contrada Pedicagna) dove è prevista la Celebrazione Eucaristica presieduta dal Cardinale Simoni. Una figura carismatica (novantun’anni e ancora tanta energia) che con il racconto della sua vita, le sue preghiere, la sua omelia, attrae le tante persone presenti anche all’esterno dell’eremo. Un momento di grande spiritualità nella grotta e in tutta l’area, che sembra un giardino fiorito, mentre il sole lentamente scende dietro monte Rotella e le mucche sulla distesa dei prati accennano a rientrare nelle loro stalle. Quando la Madonna ed il popolo si incamminano per il ritorno a Pescocostanzo oramai le luci sono già accese in lontananza. Domenica 29, festa anche di San Michele Arcangelo, un tempo giornata di saluti e partenza dei pastori transumanti verso i pascoli di Puglia, un giornata ancora piena di sole e il suono delle campane nell’aria a trasmettere letizia, incontro con la Madonna di Fatima presso la chiesa della Madonna delle Grazie al Colle S. Maria. Turisti, residenti e cittadini del circondario affollano la chiesa e il largo antistante. Il Cardinale Simoni saluta e porta la benedizione agli ammalati. Poi, di nuovo per le strade cittadine, insieme, verso la chiesa Madre, dove il Cardinale celebra ancora l’Eucarestia, benedice, saluta e lascia la cittadina. La Madonna pellegrina rimane ancora in chiesa a Pescocostanzo fino alla celebrazione della Eucarestia da parte di Don Daniel alle ore 18.00. Dopo la santa messa, la statua viene condotta a spalla da sei giovani donne fuori della Basilica per il saluto e l’ultimo abbraccio della folla alla “pellegrina” di Fatima, che rivolge il suo sguardo dolcissimo a tutti prima di riprendere il suo cammino verso altri luoghi. Il saluto e i ringraziamenti del nostro Parroco tra tanta gente felice e commossa. Cercano in tanti di portare a casa una delle rose del cuscino ai piedi della Madonna. Ma non bastano per tutti. (foto e testo di Luigi Sette)

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo