Devi avere qualcuno a cui raccontare le cose. Una persona speciale che sta lì ad ascoltarti. A sentire. Capace di capire, di avvertire, d'intendere il senso del racconto. Oppure le cose ti rimarranno dentro. Chiuse come in uno scrigno. Lì, morte, come non fossero mai state. Il tempo vola, eppure sembra fermo. L'anno ci sta lasciando ed è cambiata l'atmosfera. Il paesaggio candido, silenzioso. Ultima notte del 2018, le luci brillano sul bianco. Nevica lentamente, a tratti con vento. Ogni cosa è buona per far chiacchiere, quando non si ha altro da dire. Inutili i soliti, fessi auguri. E le frasi copiate dal web. Ogni volta la stessa tiritera. Il nuovo che viene? Vediamo come si presenta, poi ne parliamo. In alto i calici! Un pensiero sincero, un saluto a tutti voi. Foto e testo(Luigi7)

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo