quadro
“Nel bosco prendono forma i sogni”
 Olio su tavola
 Opera di Luigi Sette

Nuance

La bellezza è una straordinaria emozione

L’autunno già abbozza l’assicella
.
Si prepara
a mescolare le tinte, a stupire con la varietà di toni.
*

C
ome l’orso, prenderà a correre nei boschi, in campagna, negli orti,
 nei pollai (povere galline!),
per le strade dei borghi.
 Un susseguirsi di visioni,
di incontri ravvicinati,
fin quando la neve non coprirà i luoghi e gli orsi andranno a dormire.
 E non finiranno sparati.
Ma dormiranno?

**
Prugne

Quelle di un albero che conosco sono dolcissime, grosse, deliziose.
Al massimo della maturazione, la pioggia le ferisce.
*
Colori più 
sensuali.
Il giallo chiaro, trasparente, controsole brillerà e mitigherà l’aria, chiarirà la mente.
In mezzo ad un bosco sentirai l’energia della natura.

Con i giorni il rosa diventerà  come uve a bacca rossa: un montepulciano.
Il rosso,
provocante, si farà sangriaborgogna o melanzana e
le foglie più scure, dalle sorprendenti venature, sembreranno
prugne,
che rapidamente invecchiano, come
fichi secchi.
Bisogna raccoglierle prima e gustarne lo zucchero, la polpa.
 
Prima che cadano.
   Caldo e quieto il verde boscomanto  con-forme, accogliente.
***
Ruba i colori al paesaggio d’autunno, ai boschi, alle foglie.
 Stendili sui capelli, sulle labbra.
Sugli occhi.
Indossali.
Malinconica e avvolgente, una stagione nuova
con  sbalzi di umore.
  Tenera tenerezza, teneramente forte.
Poi, il
marrone, morbido, elegante, raffinato.
 Facilmente abbinabile: il colore dell’autunno più profondo.
Gli spruzzi dei rossi, gli accenni dei gialli e le gradazioni dei verdi.
Contrasti cromatici.
 
I colori danno armonia, gusto per le cose,
energia che stimola.
Accendono desideri.

Il corpo che ripiglia salute.
Rinasce ancora bellezza.
***
Le foglie che tornano alle radici.
Una stagione che offre tempi di contemplazione,
di riflessione.
 Diamo attenzione alla natura.
Ascoltala.
Ascoltati. 
*
Pensieri da raccogliere, come fiori profumati.
I desideri, i sogni e le idee non invecchiano.
E l’estate non è stata un gran che.

 ***
L’autunno e le sue cromie.
Colpi di
sole sui capelli di una donna.


(L7)

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo